Haya

Inno alla vita

Un inno alla multiculturalità e allo scambio

Il Corriere della Sera

Intriso di musicalità ammaliante, talvolta festosa, una sorta di world-jazz vivace e policromatico

Donato Zoppo, Rockerilla

La route internationale n°1 collega lungo il mare una serie di paesi del West Africa: Costa d’Avorio, Ghana, Togo, Benin, Nigeria. La strada in Togo attraversa una serie di paesini i cui nomi, uno in fila all’altro, diventano una vera poesia. Uscendo da Lomè si incontra Agbedrafo che significa “la vita ha allungato i piedi”; cioè la vita è veramente difficile, poi si arriva a Agbetiko, “la vita è noiosa e pesantissima”, poi Kunyòwu ovvero “E’ meglio la morte”.
Ma se si prosegue ancora quello che viene dopo si chiama Elavanyo, “C’è speranza”. Questa è la vita e per questo ho pensato a Inno alla Vita, perché in fondo quando non sembra esserci più nulla, c’è ancora speranza.” Arsene Duevi


Lo sciamano dell’Africa nera che incanta la Brianza e in oltre un decennio ha fatto cantare in un dialetto africano, l’Ewè più di 3000 persone, ha una perla nuova tutta da scoprire. Il suo nuovo progetto prodotto da Musicamorfosi è un inno alla multiculturalità, alla ricchezza dello scambio.
Arsene si racconta con 11 nuove canzoni intrise di proverbi africani, citazioni e omaggi a Fabrizio De Andrè e Bob Marley, in 3 lingue, tutte sue in egual modo. Il messaggio, univoco,  arriva chiaro ed è un invito che parte dalla sua storia personale di giovane migrante: scegli la vita, non farti usare dai soldi, non darti per vinto mai, lasciati abbracciare, alzati e canta, fai sentire la tua voce in un mare di voci.

Accanto alla sua voce calda e nera, opzionabile un SuperCoro di circa 80 elementi e i compagni inseparabili di questo lungo viaggio: Giovanni Falzone alla tromba, Roberto Zanisi alle corde, Tetè Da Silveira alle percussioni etniche per un imponente inno alla vita.

Principali date:
Pescara | Auditorium Flaiano 22 aprile 2016
Roma | Auditorium Parco della Musica 24 aprile 2016
Milano Castello Sforzesco Cortile delle Armi 25 luglio 2016
Milano | Blue Note 7 settembre 2016
Ethnos festival (Trecase) 20 settembre 2018

 

 

  • Recensione HAYA – Blogfolk  12 agosto 2016 >>
  • Recensione HAYA – Rockerilla 7 agosto 2016 >>
  • Recensione HAYA – Africa giugno 2016 >>
  • Recensione HAYA – Blow UP maggio 2016 >>
  • Recensione HAYA – VINILE giugno 2016 >>

 

 

 

On stage, Arsene Duevi plays with his voice, doubles it up, adds new layers. The trance – so hard to achieve– is instantaneous. Beautiful. To savor.
Guillaume Thibault RFI Afrique


The new work by Arsène Duevi, singer, multi-instrumentalist and musical shaman, who seduces with his sounds that mix Africa and Europe, Jazz and World Music, songwriting and improvisation

With “Out of Africa” (Afrika Nye) (2010), Arsene sang to us of the colors of a land impossible to leave behind, with Haya (2016) he celebrated the life and the hope of those who emigrate.
Now along with Giovanni Falzone leading trumpeter and arranger he takes us on a journey to the root of sound, between Jazz and World Music

Arsene Duevi bass and guitar player, singer, choir director, composer and ethnomusicologist, arrived in Italy in 2002 and he is now an Italian citizen.
Continuing Arsene’s reputation for being a music shaman, in his second cd, Haya (Musicamorfosi 2016) premiered in Rome at Parco della Musica and in Milan at Blue Note, he sings in Ewè, Italian and French. All the songs share the same message coming directly from the Southern hemisphere: choose life, don’t let yourself be used by money, never give up, hug one another, stand up, sing and make your voice stand out in a sea of other voices. Haya in Ewe means rejoice and it is Arsene’s new soul-moving hymn celebrating life.

Main concerts
Atlantic Music Expo (Capo Verde) i Suoni delle Dolomiti, Blue Note Milano, Parco della Musica Roma, Teatro Comunale di Vicenza, Musicastrada, Scheggiacustica
Live show
at Rai Radio Uno, Radio Tre, Radio Popolare, WDR Cologne, RFI Afrique

  • Haya | Rai Tg3
  • Tsitsia Love | Comunale di Vicenza
  • Nyonu Sciura | Blue Note Milano
  • Haya | Castello Sforzesco Milano
  • Esomè | Blue Note Milano
  • Kamou One | Blue Note Milano
  • Luna | Blue Note Milano

Si, Lo Voglio.

Per maggiori informazioni e per acquistare una data del concerto
I like this concert and I want it!
info@musicamorfosi.it   +39 331 451 99 22

Info - Credits

Arsene Duevi (Togo) voce, chitarra, basso elettrico, loop station
Giovanni Falzone tromba e effetti umani
Roberto Zanisi cümbüs, bouzouki
Tetè Da Silveira djembè e percussioni ad acqua

opzionali
Seydou Dao  djembè, tamburo parlante e percussioni
Gennaro Scarpato batteria, percussioni e didjeridoo
i SuperCori

direzione creativa Saul Beretta
produzione Musicamorfosi 2016