E ora il mio occhio ti ha visto

Proverbi, canzoni per vedere da vicino un altro mondo, il nostro!

Ciò che un anziano vede stando seduto, un giovane non vede in piedi su un tavolo

proverbio Ewè, lingua del sud del Togo e del Ghana

Canzoni, proverbi africani, pillole di saggezza, strumenti popolari e voci per vedere un altro mondo, il nostro. Un concerto senza confini che ha come protagonisti le voci e i suoni dell’Africa Nera, quelli che si raccolgono attorno ad Arsene Duevi, artista nativo del Togo, il piccolo stato dell’Africa centro occidentale. Attorno a lui il connazionale Tetè Da Silveira e il suo ricchissimo set di percussioni, che si arricchisce anche di una lunga serie di altri strumenti popolari suonati da Roberto Zanisi, come il grande pentolone di Trinidad e Tobago conosciuto come steel pan, il bouzuki greco e il cumbus turco, lo çifteli albanese e l’ampia serie di fiati di Adalberto Ferrari. Questa musica sa oltrepassare i confini e il nostro occhio finalmente può vedere, non solo l’Africa, ma anche la nostra terra, ricca di tradizioni e di valori, come l’accoglienza, la pace e la speranza per un mondo “diverso”.

Arsene Duevi bassista, chitarrista, direttore di coro e cantante è anche etnomusicologo: in Africa Occidentale ha condotto una minuziosa ricerca sui ritmi e canti locali ed è stato direttore del coro della Cattedrale di Lomé. Arriva a Milano nel novembre 2002 da allora collabora con Saul Beretta e Musicamorfosi. Festival e concerti in giro per l’Italia si susseguono a ritmo sempre più frequente, ma la vita di Arsene scorre come un fiume tranquillo, blewu, come dice in una delle sue canzoni

I SuperCori un numero variabile di cantori che può arrivare fino a 100 elementi, sono selezionati dai diversi Cori attivi a Milano, Monza, Arcore e Cinisello. Per la maggioranza sono italiani, ma cantano in Ewè, una lingua diffusa in un’ampia parte della popolazione del Togo e del Ghana e del West Africa. Le semplici polifonie e le armonizzazioni sono complemento ideale per il repertorio di Arsene Duevi, istintivamente orientato alla molteplicità e alla rappresentazione di un ampio universo di colori.

E ORA IL MIO OCCHIO TI HA VISTO
Fortunato spettacolo che nasce nel 2010 all’interno di un progetto finanziato da CSV Monza Brianza e da Fondazione Monza e Brianza. Il concerto vanta decine di repliche in festival come i Suoni delle Dolomiti, nell’ambito di Dolomiti di Pace, Musicastrada, uno strepitoso sold out nel festival Lampi a Monza e due repliche nel prestigioso Capannone Antiruggine di Mario Brunello. In uscita a marzo 2016 il disco del progetto!

  • Arsene ai Suoni delle Dolomiti
  • E ora il mio occhio | Kamou One
  • E ora il mio occhio | il Disertore
  • Tra Cielo e Terra

Info - Credits

Il progetto può essere presentato nella variante trio o quartetto con o senza i SuperCori

ARSENE DUEVI TRIO + SUPERCORI
Arsene Duevi, voce e chitarra | Tetè Da Silveira percussioni | Roberto Zanisi bus, steel pan, bouzuki, ecc.

ARSENE DUEVI QUARTET + SUPERCORI
Arsene Duevi, voce e chitarra | Tetè Da Silveira percussioni
Roberto Zanisi cumbus, steel pan, bouzuki, ecc. | Adalberto Ferrari sax e clarinetti
con possibilità di special guest Giovanni Falzone

direzione creativa Saul Beretta
produzione Musicamorfosi 2010

Si, Lo Voglio.

Per maggiori informazioni e per acquistare una data del concerto
I like this concert and i want to buy it!
info@musicamorfosi.it +39 331 451 99 22