Ven
22
Apr

Pescara | Auditorium Flaiano | h 21:00

Haya | Inno alla vita

Parte il tour di presentazione del nuovo disco di Arsene Duevi: a Pescara, un concerto a favore della onlus Marco di Martino.
Prezzo d’ingresso: 10 euro.

ARSENE DUEVI QUARTET
featuring GIOVANNI FALZONE
una produzione Musicamorfosi

Quello che un anziano vede stando seduto, un giovane non vede in piedi su un tavolo.
Proverbio Ewè (Togo)

Arsene Duevi voce, chitarra e basso elettrico | Roberto Zanisi cumbus e bouzuki
Tetè Da Silveira djembè e tamburi ad acqua | Seydou Dao djembè e tamburo parlante
ft Giovanni Falzone  tromba e effetti umani

con la partecipazione dei SuperCori
con la partecipazione speciale di Piero delle Monache, sax

Cos’hanno in comune Madre Africa e la Regina Teodolinda?
Arsene Duevi.
Lo sciamano dell’Africa nera che incanta la Brianza e in oltre un decennio ha fatto cantare in un dialetto africano, l’Ewè più di 3000 persone, ha una perla nuova tutta da scoprire. Il suo nuovo progetto prodotto da Musicamorfosi è un inno alla multiculturalità, alla ricchezza dello scambio.
Arsene si racconta con 11 nuove canzoni intrise di proverbi africani, citazioni e omaggi a Fabrizio De Andrè e Bob Marley, in 3 lingue, tutte sue in egual modo. Il messaggio, univoco,  arriva chiaro ed è un invito che parte dalla sua storia personale di giovane migrante: scegli la vita, non farti usare dai soldi, non darti per vinto mai, lasciati abbracciare, alzati e canta, fai sentire la tua voce in un mare di voci.
Accanto alla sua voce calda e nera, un SuperCoro di circa 80 elementi e i compagni inseparabili di questo lungo viaggio: Giovanni Falzone alla tromba, Roberto Zanisi alle corde, Tetè Da Silveira e Seydou Dao alle percussioni etniche per un imponente inno alla vita.

Il nuovo album e il tour di presentazione sono lanciati dal singolo Nyounu Sciura (Bella Signora) dedicato alla Città di Monza, si tratta di un video touchable, un video da guardare, ascoltare e cliccare per scoprire un intreccio di storie lungo i fiumi che portano dall’Africa alla città di Teodolinda. Si tratta di un progetto in novità assoluta per l’Italia sostenuto da Innovacultura (Regione Lombardia, Camere di Commercio Lombarde, Fondazione CARIPLO con il supporto di Fondazione Monza e Brianza e Comune di Monza

Il concerto è preceduto da un breve set di Roberto Zanisi che presenta Bradypus Trydactylus, il nuovo album prodotto da Musicamorfosi che rivela uno dei più eclettici polistrumentisti in circolazione. Una musica libera di viaggiare e condurre mente e cuore oltre ogni confine.