Monza Visionaria

scoprire la città con altri occhi

E’ un festival pensato per valorizzare i luoghi storici e naturalistici di Monza e Brianza attraverso la musica, e le arti performative. Nasce nel 2013 su richiesta e commissione di Confindustria Monza e Brianza ora Assolombarda, con lo scopo di offrire occasioni di incontro e di scoperta partendo dalla valorizzazione del patrimonio storico e architettonico del territorio ed eredita l’esperienza, il successo e per certi versi il format dei Notturni al Roseto di Musicamorfosi. Il Festival ideato da Saul Beretta vede Monza e i suoi tesori più rappresentativi: il Duomo, la Villa Reale, il Roseto, i Giardini e la passeggiata pedonale del centro Storico al centro di un ricchissimo percorso sociale e culturale

Il festival è diviso in tre sezioni: Spiritual Music con concerti gratuiti nel Duomo di Monza, Social Music & Dance con eventi socializzanti nelle piazze e nelle vie della città con progetti specifici per famiglie e bambini in libera uscita e una intera sezione nella Reggia di Monza con i tradizionali Notturni al Roseto e un format dedicato al pianoforte

I NUMERI DELL’EDIZIONE 2019 (22-26 maggio)
5 giorni di festival | oltre 5.000 spettatori di cui 1500 presenze a Notturni al Roseto
Oltre 1000 spettatori in Duomo a Monza per A Love Supreme
Il festival ha coinvolto di più di 50 artisti.

I NUMERI DELL’EDIZIONE 2018 (22-27 maggio)
6 giorni di festival | oltre 6.000 spettatori | 3000 spettatori paganti
2 concerti di Spiritual Music al Duomo di Monza con oltre 1000 spettatori
3 spettacoli negli spazi della: Villa Reale di Monza
oltre 50 artisti coinvolti provenienti da tutti i mondi

RIVIVI MONZA VISIONARIA 2019
RIVIVI MONZA VISIONARIA 2018
RIVIVI MONZA VISIONARIA 2017 

The festival aims at featuring Historical and Natural sites of the Monza and Brianza province through music and other performing arts. The project started in 2013 upon the request of Confindustria Monza and Brianza, the Confederation of Italian Industry for Monza and the Brianza area (now Assolombarda), in order to promote social opportunities for the community by utilizing the rich history and architecture of the surrounding territory. The festival has inherited the experience, success and even some of the format of Musicamorfosi’s Notturni al Roseto (Nighttime in the Rose Garden). Created by Saul Beretta, the festival utilizes Monza and the Brianza province as the background for the main events which take place in the streets and squares of Monza as well as the more fascinating sites of the Royal Villa Park. The festival is divided in three sections : Spiritual Music : free concerts in the Duomo /Monza Cathedral and other churches in Monza and the surrounding territory, Social Music and Dance : social events in the squares and streets of Monza with site specific events for families and kids and a whole section based in the Royal Villa of Monza withe the Notturni al Roseto (Nighttime in the Rose Garden) that in 2018 celebrated its 15th anniversary

 

Let’s talk numbers: in 2018 (May 22nd to 27th)

6 days of festival events | more than 6.000 participants | 3000 paying visitors
2 concerts of  Spiritual Music in the Duomo of Monza (Monza Cathedral) with an audience of more than 1000 people
3 performances in the Royal Villa of Monza
more than 50 performers  from all over the world

MONZA VISIONARIA 2019
MONZA VISIONARIA 2018
MONZA VISIONARIA 2017

Un concerto con le luci sacre del Nord Europa in un Duono di Monza gremito, il concerto di Enzo Avitabile a Oreno, due notti di Notturni indimenticabili, servizio televisivo al TG3, servizi su Corriere e Repubblica ecc,

Se nel 2015 il pubblico aveva segnato un potente salto in avanti rispetto all’edizione 2013, nel 2016 il successo è stato straordinario con oltre 8000 presenze in 6 giorni di festival con numeri importantissimi per gli eventi in Duomo di Monza (oltre 1000 spettatori) e nei Giardini e nel Roseto della Reggia di Monza (oltre 6000 spettatori). Tra le preziose nuove collaborazioni con l’Ente Turismo Austriaco. Qui il calendario completo del 2016

Il 2015 conferma il successo dell’edizione precedente e si concentra in una due giorni tutta alla Reggia di Monza con attività per bambini e genitori: Social Music and dance, la Play! la piattaforma di gioco portatile e un concerto di canzoni per i piccoli in diretta nel programma Crapapelata di Radio Popolare.
Alla sera poi i Notturni al Roseto con visite visionarie e la partecipazione speciale di Alessio Bertallot.
Il 2015 è anche l’edizione con grandi ospiti internazionali: il fenomeno armeno Tigran Hamasyan e il Coro di Yerevan, il brasiliano cantor di samba Moacyr Luz e gli americani WeBe3 che in una grande parata mobile nel centro della città hanno fatto cantare il cuore della Brianza. Fuori Monza si conferma la collaborazione con Parco delle Culture e Mondovisione a Desio in Villa Tittoni con un grande evento capace di coinvolgere un pubblico supergiovane attratto dalla Grande Bellezza. Vai al sito Monza Visionaria 2015

Il 2014 è l’anno del boom di Monza Visionaria con oltre 6.000 spettatori, i concerti di Fabrizio Bosso in Piazza Duomo e di Michel Godard in Santa Maria al Carrobiolo. I Centottoni che sfilano e fanno cantare tutta la città capitanati da Giovanni Falzone il tutto trasmesso in diretta su Radio Popolare e poi i Notturni dedicati al tango e due eventi Fuori Monza: Villa Tittoni a Desio e la Chiesa di S. Michele Arcangelo ad Oreno di Vimercate www.monzavisionaria.it/2014

Monza è per tutti la città dell’industria e del lavoro.  E infatti qui avviene il sorpasso dei lavoratori delle fabbriche su quelli dei campi, qui nasce – nel 1902 – la prima Associazione italiana fra imprenditori, qui si applica il design ai prodotti di uso quotidiano, qui ci si apre al mondo con prodotti di assoluta innovazione e qualità. Ma Monza è anche la città dove la regina Teodolinda ha una visione, un sogno capace di dare un volto e un’identità alla città di Monza attraverso la fondazione della Basilica di S. Giovanni, successivamente modificata nel Duomo attuale. Dalla fusione di queste caratteristiche uniche nasce Monza Visionaria, che si propone di inventare nuove formule di condivisione dei tesori della città, per valorizzarne la storia e esaltare nel presente il senso di riconoscimento di una comunità.
Ospiti della prima edizione: Pietro Pirelli e la sua Arpa di Luce, Naomi Berrill, la Zampognorchestra, Verdi con strumenti d’epoca della Fondazione Giulini e Silent Dj in Piazza Duomo e Arengario, e poi i Notturni di Musicamorfosi e le fiabe di Roberto Piumini per i più piccoli al Teatrino della Reggia di Monza. www.monzavisionaria.it/2013

I NOSTRI FESTIVAL

FOLLOW US